Direzione generale per gli archivi

DGA News

Biblioteca digitale

Storico News

« Ottobre 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

Firenze, 9 giugno 2017 | Ritorna a Firenze l'Archivio Rosselli

Venerdì 9 giugno 2017, alle ore 11, a Firenze, presso l'Auditorium dell’Archivio di Stato (viale Giovine Italia, 6) si tiene un incontro di studio per la presentazione dell'Archivio Rosselli che, a seguito dell’acquisizione del fondo da parte della Direzione Generale Archivi, torna a Firenze a 80 anni dall’uccisione dei fratelli Carlo e Nello Rosselli.

Seguirà l’inaugurazione della Mostra documentaria I Rosselli: una famiglia tra Risorgimento e antifascismo, che resterà aperta sino al 23 giugno, da lunedì a venerdì 10-17, e sabato 10-13, con ingresso libero.

L’iniziativa, organizzata dalla Direzione Generale Archivi, dall’Archivio di Stato di Firenze e la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana, sarà l’occasione per mettere in luce la ricchezza di questo straordinario patrimonio documentario del ‘900, recentemente pervenuto all’Archivio di Stato di Firenze.

Nella mostra, a cura di Emilio Capannelli e Loredana Maccabruni, saranno esposte una selezione di lettere, foto, ed altri documenti editi ed inediti sulla vita familiare e sull’impegno politico-sociale di Nello e Carlo Rosselli e sulla figura della madre Amelia Pincherle.
L’esposizione si articola in sei sezioni,
1. Le carte risorgimentali - Studi storici di Nello Rosselli sul Risorgimento (manoscritti e dattiloscritti delle sue pubblicazioni) con l’esposizione anche di documenti dall’Archivio Montanelli-Rosselli, donato dalla vedova di Nello Rosselli all’Archivio di Stato di Firenze nel 1949.
2. Ebraismo ed ambiente familiare - La famiglia Rosselli apparteneva ad un ambiente ebraico di elevato livello culturale e politicamente impegnato prima (sec. XIX) nel movimento mazziniano ed in seguito (sec. XX) in quello democratico.
3. Interventismo e Prima guerra mondiale - Amelia Pincherle Rosselli e i suoi tre figli aderirono con slancio all’interventismo democratico. Il figlio maggiore Aldo partì volontario per il fronte ove trovò la morte.
4. Primo dopoguerra, fascismo ed antifascismo - Il clima del I dopoguerra fu caratterizzato da grandi agitazioni sociali. Carlo e Nello Rosselli aderirono ai movimenti popolari opponendosi al nascente fascismo.
5. Confino, esilio e sacrificio finale - L’adesione attiva di Carlo e Nello all’antifascismo costò ai due fratelli il carcere e poi il confino. Carlo, fuggito in Francia nel 1929, fondò il movimento “Giustizia e Libertà”. Non potendo accettare ciò il regime fascista organizzò il 9 giugno 1937 l’uccisione dei Rosselli ad opera della Cagoule, movimento fascista francese.
6. Carteggio sugli scritti di Amelia, di Carlo e di Nello - La produzione letteraria di Amelia, quella politica di Carlo e quella storica di Nello sono documentate anche in un carteggio con personalità eminenti della cultura dell’epoca (Luigi Einaudi, Gioacchino Volpe, Margherita Sarfatti).

Programma
Saluti istituzionali
Gino Famiglietti Direttore Generale Archivi;
Carla Zarrilli
Archivio di Stato di Firenze
Diana Marta Toccafondi
Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana
Monica Grossi
Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte

Intervengono
Valdo Spini Fondazione Circolo Fratelli Rosselli
Zeffiro Ciuffoletti Università degli Studi di Firenze
Simone Neri Serneri Istituto Storico per la Resistenza in Toscana
Tomaso Montanari Associazione Libertà e Giustizia.

 

La locandina

 

Archivio di Stato di Firenze
[t] 055 263201
[@] as-fi@beniculturali.it
[w] www.archiviodistato.firenze.it
 

Direzione Generale Archivi
Via di San Michele 22- 00153 Roma IT
Copyright © 2012
Disclaimer
+39 06 672361 
+39 06 4882358
posta elettronica