Direzione generale per gli archivi

DGA News

Biblioteca digitale

Storico News

« Gennaio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Per il Giorno della Memoria 2019 (domenica 27 gennaio 2019), L’Archivio di Stato di Rovigo organizza un incontro/dibattito il 24 gennaio 2019 presso la Sala Sichirollo (via Sichirollo, 9-11) alle ore 17 sul tema Che non accada mai più? Il passato e la memoria: quali sono le lezioni della storia?. Il relatore sarà il dottor Claudio Vercelli, già ospite in precedenti edizioni della “Giornata”, storico e ricercatore dell’Istituto Gaetano Salvemini di Torino, autore di numerosi testi sulle persecuzioni razziali antiebraiche, sulla storia dello Stato d’Israele e sul conflitto arabo-israeliano.

Il tema affrontato quest’anno è una sorta di riflessione storico-filosofica sulla funzione della memoria del passato e su come il ricordo porti a concepire ciò che definiamo “lezioni della storia”; su come questo avvenga e se questo di fatto avvenga.

In questo senso il Giorno della Memoria di quest’anno è debitore nei confronti della storica ebrea italiana Elena Loewenthal e del suo provocatorio libro del 2014 dal titolo Contro il Giorno della Memoria, che rappresentava una riflessione molto critica sulla ritualizzazione del ricordo, sulla retorica che produce e sulla sostanziale estraneità dello spirito ebraico dal meccanismo celebrativo.

Quel breve testo si chiudeva con una serie di impegnative affermazioni:, come «“ricordare perché non accada mai più” è una frase vuota. Se anche non dovesse accadere mai più, non sarà per merito della memoria, ma del caso».

La locandina

Archivio di Stato di Rovigo
[t] 0425 24051
[@] as-ro@beniculturali.it
[w] www.archiviodistatorovigo.beniculturali.it

A Genova, a partire dal 24 gennaio e fino al 2 maggio 2018, l'Archivio di Stato (Complesso monumentale di Sant'Ignazio, via S. Chiara 28 R) propone al pubblico il ciclo di conferenze Ti racconto un documento (2019), centrato sulla storia, l’arte e la cultura genovese, grazie alle ricerche condotte, soprattutto da giovani studiosi, su documentazione inedita o poco nota.

Ecco il programma

Giovedì 24 gennaio 2019, ore 16.30
MICHELA CUCICEA
Magnifici intrecci. Storia di un’arte “minore” nel secolo d’oro: il pizzo genovese

Giovedì 7 febbraio 2019, ore 16.30
DAVIDE MINGOZZI
Impresari, costume e società a teatro nella Genova di fine Settecento (1772-1797)

Giovedì 21 febbraio 2019, ore 16.30
MARTINA SCHIRRIPA
Cavalieri, principesse, draghi. Documenti per la scultura a Genova alla metà del Quattrocento

Giovedì 7 marzo 2019, ore 16.30
FRANCESCA FERRANDO
«Prestantissimus Magistratus Pauperum possit dicto supplicanti dare panem»: il Magistrato dei poveri di Genova tra XVII e XVIII secolo

Giovedì 21 marzo 2019, ore 16.30
LORENZO PRINCIPI
Marmi e scultori tra Liguria, Piemonte e Roma nel Cinquecento: Niccolò Longhi da Viggiù

Giovedì 4 aprile 2019, ore 16.30
FAUSTO FIORITI
Genova e l’Impero Ottomano nel secolo XVII. Le “Capitolazioni” del 1665

Giovedì 18 aprile 2019, ore 16.30
FRANCESCA ROMANA GAJA
Genova-Napoli andata e ritorno. Cornelio Spinola e la chiesa di San Giorgio dei Genovesi (1585-1620)

Giovedì 2 maggio 2019, ore 16.30
MARIANGELA BRUNO
Scolpire il marmo nella Genova del XVII e XVIII secolo: opere e personalità a confronto

La locandina

Archivio di Stato di Genova
[t] 010 537561
[@] as-ge@beniculturali.it
[w] www.asgenova.beniculturali.it

A Roma, giovedì 24 gennaio 2019, dalle ore 11 alle ore 13, in occasione della Giornata della memoria, l'Archivio di Stato di Roma (corso del Rinascimento, 40) ricorda la figura di Ermanno Loevinson e la cultura ebraica a Roma nei primi decenni del Novecento.

Loevinson è stato storico e archivista presso l'Archivio di Stato di Roma (1891-1926), direttore degli Archivi di Stato di Parma (1927-1930) e di Bologna (1930-1934). Morì nel campo di sterminio di Auschwitz nel 1943.

Nella stessa giornata sarà possibile visitare la mostra di pubblicazioni e documenti su Ermanno Loevinson, conservati presso la Biblioteca dell'Archivio di Stato di Roma.

La locandina

Archivio di Stato di Roma - Servizio valorizzazione
[t] 06/67235631-49; [f] 06/68190871
[@] as-rm.mostre@beniculturali.it
[w] archiviodistatoroma.beniculturali.it

Ad Asti, giovedì 24 gennaio 2019, alle ore 17, presso la sede dell'Archivio di Stato (via G. Govone, 9), in collaborazione con Israt, viene inaugurata la mostra La memoria e le carte. Ebrei ad Asti  dalle leggi razziste alla deportazione. In occasione della Giornata della Memoria, domenica 27 gennaio è prevista l'apertura straordinariza al pubblico, dalle ore 15 alle ore 18, con ingresso libero.

La mostra documentaria prende in considerazione gli anni compresi tra l’emanazione delle leggi razziste (1938) e la Liberazione (1945). L’obiettivo è di raccontare attraverso i documenti la declinazione locale di eventi di portata nazionale ed europea quali la discriminazione antiebraica e la successiva deportazione ebraica nei campi di concentramento nazisti.

Apertura al pubblico: giovedì 31 gennaio, giovedì 7, 14 e 21 febbraio dalle ore 9 alle ore 16..
Visita guidata su prenotazione per le scuole dal 24 gennaio al 22 febbraio 2019. 
Per prenotazioni e/o informazioni as-at@beniculturali.it.

L'invito

Archivio di Stato di Asti
[t] 0141 531229
[@] as-at@beniculturali.it
[w] www.archiviodistatoasti.beniculturali.it

 

Direzione Generale Archivi
Via di San Michele 22- 00153 Roma IT
Copyright © 2012
Disclaimer
+39 06 672361 
+39 06 4882358
posta elettronica