Direzione generale per gli archivi

DGA News

Biblioteca digitale

Storico News

« Dicembre 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Scoprire le origini della Piazza e del Mercato nel Campo, che la animerà nel primo fine settimana di dicembre, quando torna la rievocazione storica del “mercato grande”: sarà possibile proprio nei giorni dell’evento, il 4 e 5 dicembre (e nelle settimane a seguire), grazie alla mostra che sarà allestita all’Archivio di Stato di Siena intitolata Svelare le fonti: i documenti che raccontano le origini del Campo e del Mercato medievale, dove saranno esposti proprio i documenti che ricostruiscono la tradizione del Mercato delle merci che si svolgeva anticamente nel Campo.

Con l’occasione, l’Archivio aprirà anche il Museo delle Biccherne e la mostra documentaria: un ipotetico viaggio alla scoperta del Mercato in una collaborazione resa spontanea soprattutto dalla contiguità del palazzo che ospita l’Archivio di Stato con la Piazza, con la possibilità di poter scoprire quali sono i documenti originali attorno ai quali si è sviluppata la ricerca dal punto di vista storico per ricostruire la nascita del Campo e l’allestimento del Mercato.
Il percorso museale naturalmente ha come nodo centrale la splendida collezione delle Biccherne, tavolette dipinte che erano le copertine dei registri contabili della città e che raccontano la storia della Repubblica.

Maurizio Tuliani, consulente scientifico del Mercato fin dall’inizio nonché curatore della mostra, spiega come questa sia l’occasione per vedere documenti che ricostruiscono l’origine della Piazza, quando fu pensata dal Comune di Siena nella seconda metà del XII secolo, e man mano la ricostruzione dello spazio pubblico, spazio civico, ma fin dall’inizio spazio di mercato, per arrivare alla riorganizzazione, al tempo del Costituto, del Mercato come lo vediamo riproposto oggi, in una scientifica ricostruzione storica.

La mostra rimarrà aperta dal 4 dicembre 2021 all’8 gennaio 2022.

Sabato 4 e domenica 5 dicembre, in occasione delle due giornate del Mercato, sono previste visite guidate alle ore 11.30, a cura di Maurizio Tuliani e di Cinzia Cardinali, direttrice dell’Archivio, preferibilmente su prenotazione.

Aperture straordinarie
sabato 4 dicembre: ore 15-19 (ultimo ingresso ore 18)
domenica 5 dicembre: ore 10-14 (ultimo ingresso ore 13)
ingressi ogni 30 minuti per un massimo di 20 persone per ciascun turno.

Aperture ordinarie
ogni sabato: ingressi alle 10 e alle 11.30, massimo 20 persone, preferibilmente su prenotazione.
Su richiesta per gruppi (almeno 10 persone): dal lunedì al venerdì con prenotazione obbligatoria (massimo 1 gruppo a settimana).

Per tutte le aperture, prenotazione obbligatoria per i gruppi con almeno 10 persone 
(as-si.comunicazione@beniculturali.it).

L’ingresso è gratuito, con obbligo di mascherina ed è accompagnato dal personale.
Si invitano i visitatori a presentarsi con debito anticipo sull’orario di ingresso per le operazioni di registrazione nel rispetto del divieto di assembramento e muniti di Certificazione verde COVID-19 da esibire obbligatoriamente al personale.

La locandina

 

Archivio di Stato di Siena
[t] 0577 247145
[@] as-si.comunicazione@beniculturali.it
[w] www.archiviodistato.siena.it
 

L’Archivio di Stato di Forlì-Cesena propone per la mattina di sabato 4 dicembre 2021 due iniziative presso la sede di Forlì: un’apertura straordinaria della sala di studio con orario 9-13, per consentire a coloro che non possono accedere durante le consuete aperture settimanali di svolgere ricerche, e alle ore 10.30 la presentazione del libro Abbasso Napoleone! Ribelli e rivolte a Forlì (1796-1813) dello storico forlivese Paolo Poponessi.

Per quanto riguarda l’apertura della sala di studio saranno disponibili n. 4 postazioni per ricerche di carattere storico. L’accesso avviene su prenotazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili, da effettuarsi via mail all’indirizzo as-fc.salastudio@beniculturali.it inviando l’apposito modulo di prenotazione con l’indicazione delle segnature dei pezzi archivistici per un massimo di tre unità.
La prenotazione va inviata entro giovedì 2 dicembre, in modo da avere il tempo necessario per la conferma della prenotazione all’utente e la predisposizione dei materiali richiesti. Restano valide le regole di accesso previste dal regolamento temporaneo di Sala Studio della sede di Forlì, in particolare il possesso della certificazione verde.

Alle ore 10.30 la presentazione del libro Abbasso Napoleone! Ribelli e rivolte a Forlì (1796-1813) di Paolo Poponessi sarà introdotta dal direttore dell'Archivio Gianluca Braschi e accompagnata dall’esposizione di documentazione archivistica studiata dall’autore nel corso della sua ricerca.
A partire dalle fonti conservate presso l'Istituto e la biblioteca comunale, lo storico descrive la Forlì della fine del Settecento, negli anni dell’invasione francese e del soggiorno forlivese di Napoleone, con uno sguardo particolare ai cambiamenti politici, sociali, economici e culturali avvenuti non solo in città, ma anche nel territorio limitrofo e dando voce agli "insorgenti", i popolani che combatterono i francesi, i repubblicani e le autorità del Regno d'Italia.

L'ingresso è libero fino a esaurimento posti disponibili. L’incontro si terrà nel rispetto delle norme di sicurezza e delle modalità di fruizione da adottarsi per garantire la tutela della salute dei visitatori.
L’accesso è consentito ai soli possessori di certificazione verde.

L’evento sarà trasmesso in diretta anche sulla pagina Facebook dell’Archivio 

 

Archivio di Stato di Forlì-Cesena
[t]  0543 31217
[@] as-fc@beniculturali.it 
[w] www.archiviodistato.forli-cesena.it

Direzione Generale Archivi
Via di San Michele 22- 00153 Roma IT
Copyright © 2012
Disclaimer
+39 06 672361 
+39 06 4882358
posta elettronica